ESPOARTE Matteo Galbiati (2018) SPECCHIO41 A BRESCIA, UN LUOGO DI “RIFLESSIONE” SUL PRESENTE GIOVANE

Intervista a PIETRO BAZZOLI di Matteo Galbiati

A Brescia il sogno di tre giovanissimi amici – due artisti e un critico-curatore – ha trovato piena realizzazione nell’apertura, lo scorso dicembre, di SPECCHIO41. Lo studio di Manuel Gardina (1990) e Zen.Zero (Mirko Zenocchini 1994), con il contributo critico e la direzione artistica dettata da Pietro Bazzoli (1991), diventa allora, per davvero, un ambiente di confronto e di lettura dell’arte contemporanea nelle sue testimonianze più giovani. Primo capitolo è Maverick che espone, per la prima volta in una bipersonale, le opere dei “padroni di casa”, una mostra che definisce non solo i contenuti delle loro esperienze e delle loro visioni, ma anche le idee e gli spunti della futura programmazione di questo luogo, in cui il tema del dialogo aperto e critico è la chiave di volta di questa nuova realtà. Uno spazio aperto, permeabile, dinamico, “sveglio” e intelligente, le cui energie propositive devono essere spunto, per freschezza e volontà, di un altro modo di concepire l’arte che prova a ricreare quelle connessioni vere con cui, oltre la distanza dei social media attuali, mettere a confronto personalità, caratteri ed esperienze.
Abbiamo intervistato il giovane critico Pietro Bazzoli

di MATTEO GALBIATI

Full Article

https://www.espoarte.net/arte/specchio41-a-brescia-un-luogo-di-riflessione-sul-presente-giovane/?fbclid=IwAR0naPFnO6Uy8gne8PMF_40txWqE08xbC2OWysEqhsSRtibS692xvlNUvP4